Pagine

venerdì 26 aprile 2013

Pietà per la nazione... Lawrence Ferlinghetti


Ultimamente tra i meandri di Facebook, compare spesso questa poesia … che qualcuno ci abbia riconosciuto qualche problematica attuale?

Dernièrement, dans les méandres de Facebook, apparaît souvent cette poésie… quelqu’un y aurait-il reconnu des problèmes actuels ?


Pieta’ per la nazione i cui uomini sono pecore
e i cui pastori sono guide cattive
Pieta’ per la nazione i cui leader sono bugiardi
i cui saggi sono messi a tacere
Pieta’ per la nazione che non alza la propria voce
tranne che per lodare i conquistatori
e acclamare i prepotenti come eroi
e che aspira a comandare il mondo
con la forza e la tortura
Pieta’ per la nazione che non conosce
nessun'altra lingua se non la propria
nessun' altra cultura se non la propria
Pieta’ per la nazione il cui fiato e’ danaro
e che dorme il sonno di quelli
con la pancia troppo piena
Pieta’ per la nazione – oh, pieta’ per gli uomini
che permettono che i propri diritti vengano erosi
e le proprie libertà spazzate via
Patria mia, lacrime di te
dolce terra di liberta’!






Pitié pour la nation dont les hommes sont des moutons

Et dont les bergers sont de mauvais guides

Pitié pour la nation dont les leaders sont menteurs

Dont les sages sont forcés à se taire

Pitié pour la nation qui ne lève sa propre voix

Que pour louer les conquérants

Et acclamer les arrogants comme des héros

Et qui aspire à commander le monde

Par la force et la torture

Pitié pour la nation qui ne connaît

D’autre langue que la sienne

D’autre culture que la sienne

Pitié pour la nation dont le souffle est l’argent

Et qui dort du sommeil de ceux

qui ont le ventre trop plein

Pitié pour la nation – oh pitié pour les hommes

Qui permettent que leurs droits soient rongés

Et leurs libertés chassées

Ma patrie, larmes de toi

Douce terre de liberté !

8 commenti:

  1. visionnaire ! il faudrait l'ajouter à sa biographie !

    RispondiElimina
  2. uh che incubo, si ripete tutto sempre!

    RispondiElimina
  3. Marilelucie, che dire? Diciamo che molti autori sono attuali ma non sarà che siamo noi che non cambiamo mai e che non impariamo mai dalla storia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è di Pasolini ma di Lawrence Ferlinghetti

      Elimina
    2. Hai ragione, mi dispiace, sarò meno frettolosa la prossima volta e controllerò la fonte! grazie

      Elimina
  4. Che dire... forse lui guardava avanti... o forse tutto è sempre uguale e non cambia mai............
    Io però vorrei essere ottimista... lo dobbiamo ai nostri figli !!!!!!!!
    Ciao Marilu, buon weekend !
    Ilaria

    RispondiElimina
  5. bellissima e attuale, purtroppo.
    grazie per avermela fatta conoscere

    RispondiElimina