Pagine

domenica 6 maggio 2012

Votare o non votare?


La foto della domenica: la tessera elettorale
In questa domenica afosa, sono andata a compiere il mio dovere civico. Nel mio comune, infatti, si svolgono le elezioni amministrative. Il seggio era deserto e gli scrutinatori mi hanno confermato la bassissima affluenza… Posso capire la delusione e l’amarezza provocate da una politica che non ha più nulla di nobile né a livello locale né a livello nazionale ma rinunciare ad esprimere la propria scelta, fosse anche per il “meno peggio”, è sempre sbagliato.  Votare non è solo un diritto o un dovere, è  una fortuna! Non dimentichiamocelo …

En ce chaud dimanche, j’ai été exercer  mon devoir de citoyen. En effet, dans ma commune sont en cours les élections administratives. Le siège était désert et les assesseurs m’oint confirmé la très basse affluence…
Je peux comprendre la désillusion et l’amertume  provoquées par la politique qui n’a plus rien de noble ni au niveau local ni au niveau national, mais renoncer à exprimer son propre choix, ne fût-ce que pour le « moins pire » est toujours une erreur. Voter n’est pas seulement un droit ou un devoir, mais c’est une chance ! Ne l’oublions pas…

questa è la mia "foto della domenica", iniziativa del blog Bimbumbeta

5 commenti:

  1. Appartengo alla tua categoria.. è un diritto, un dovere, una conquista, bisogna andare a votare! Anche se con difficoltà e molta amarezza.. forse chi non va spera di fare un gesto estremo di ribellione per far capire il malcontento ma io non credo che sia il "canale" giusto!
    Buona serata Marilù!

    RispondiElimina
  2. Sono assolutamente d'accordo. Il voto è prima di tutto un diritto, un diritto acquisito dopo anni di lotte, pertanto non bisogna sprecarlo. Non votare significa annullare l'unica possibilità di cambiare lo stato delle cose. Chi non vota lascia agli altri la responsabilità di scegliere a chi affidare la dirigenza del proprio Paese. E questa è pura incoscienza! Soprattutto in un momento come questo.

    RispondiElimina
  3. Brava! Io quest'anno stranamente non devo votare (si vota per il sindaco di Verona, ma io abito in un altro comune...). Comunque votare è un dovere. Se non si vota non si ha nemmeno il diritto di lamentarsi secondo me. Che dopo serva a cambiare qualcosa è un altro triste discorso. Ma almeno ci proviamo.

    RispondiElimina
  4. Concordo pienamente, votare è un dovere!

    RispondiElimina
  5. te lo dice un ex-assessore...votare è un diritto ma chi viene eletto ha (oltre al diritto di amministrare) un dovere: quello di mantenere almeno le promesse più importanti che ha fatto in campagna elettorale (non dico tutte ...perchè per esperienza i tempi di attuazione dei programmi non sono sempre a favore..i problemi a cui far fronte sono veramente tanti...)solo così i cittadini torneranno ad avere più fiducia ...ma in quest'Italia lasciata un po' a se stessa, abbiamo tutti un dovere da compiere e quindi il diritto dell'elettore ora più che mai è un dovere! Brava Marielucie!

    RispondiElimina